Camionista, professione a rischio estinzione anche se molto ricercata

Camionista, professione a rischio estinzione anche se molto ricercata

21 novembre 2017 Lavoro 0

L’autotrasporto bergamasco non trova nuovi autisti che vadano sostituire quelli ormai prossimi al pensionamento. 

Da una parte la riluttanza dei giovani ad intraprendere la professione di camionista, dall’altra la minore disponibilità degli autisti stranieri (romeni in particolare) che negli ultimi anni hanno compensato la carenza di personale italiano.

A sollevare il problema della penuria di autisti è stato Armando Pugliese, direttore della logistica dell’azienda Italtrans di Calcinate, una delle maggiori realtà italiane del settore. «Purtroppo in questi anni il mestiere di autista – spiega il manager bergamasco – ha perso di “appeal” e ci troviamo di fronte una preoccupante crisi vocazionale. I giovani, probabilmente anche a causa della qualità della vita dell’autista che, fra turni festivi e soste notturne nelle piazzole autostradali, comporta certo dei sacrifici, rifiutano il lavoro, anche se si tratta di un posto stabile». Sarà per questo che quello del camionista risulta tra le sette tipologie di lavoro ben pagato, che nessuno vuole fare (alla stregua del necroforo) mettendo in ginocchio anche aziende palermitane e della Capitale

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *